header image
Il Bastione di San Giuseppe

 

  

GRUPPO ARCHEOLOGICO “ACQUARIA”OPERAZIONE “CASTRUM SONCINI”

IL BASTIONE DI SAN GIUSEPPE

 

 

 

 EDITRICE: GRUPPO ARCHEOLOGICO “ACQUARIA” MARZO 1996

  PREZZO:

 

P.E. Cerioli

 

"ROBERTO ALBORGHETTI"

PAOLA ELISABETTA CERIOLI: MADRE PER LA VITA , PER LA FAMIGLIA, PER I POVERI

 


 EDITRICE VALER  APRILE 2004

PREZZO:

Open Day Asilo Nido

 

  

 

 

Open Day al Nido

Domenica 22 Marzo 2009

 

  

Vincenzo Cazzaniga

 

LA SUA STORIA

Vincenzo Cazzaniga nato a Soncino il 3 Novembre 1907, figlio del segretario comunale, consegue il diploma di ragioniere e nel 1926 inizia l'attività professionale presso la "bedford Italian Lubrificanti", divisione della "standard Oil", cioè della Esso.

Lavorando come agente venditore e studiando, nel 1930 si laurea in economia e commercio presso l'università Bocconi di Milano.

Durante la parentesi bellica (1941-1945) la società viene chiusa per disposizione governativa e Cazzaniga opera con la Montecatini. Nel 1945 il CLN lo nomina Commissario straordinario per gli oli minerali, carburanti e succedanei. Nelle stanze di Via Brera a Milano, sede del CLN dopo l'insurrezione del 25 Aprile, con l'amico Enrico Mattei appronta un sistema logistico così efficiente per la distribuzione dei carburanti che quando le Autorità Alleate arrivano nel capoluogo lombardo trovano che c'erano maggiori disponiobilità che a Roma. Il rapporto instaurato con Mattei durerà fino alla tragica fine del "Pirata del petrolio" il 27 Settembre '62. Un rapporto fatto di incontri e scontri - Eni, vs Esso, di un forte spirito di concorrenza, ma anche dalla stessa volontà di progredire e di lanciare nuove iniziative.

L'anno seguente il Bedford riprende l'attività e Vincenzo Cazzaniga vi ritorna con il ruolo di General Manager e vi rimane fino al 1948 anno in cui passa alla Esso Italiana

Segue una successione di incarichi sempre più prestigiosi; nel 1950 entra nel CdA, nel 1951 viene nominato presidente e nel 1954 Presidente e Amministratore Delegato. Tra il 1965 e il 1970 fa parte del Board of Directors della 3M Minnesota Minerals & Mining di St Paul in Minnesota.

A 65 anni nel 1972, Cazzaniga lascia la Esso per assumere la vice-presidenza della Bastogi Finanziaria prima e poi della CTIP.

Già ottantenne e infaticabile il Cav. Vincenzo Cazzaniga accetta di presiedere il Consorzio grandi reti. E' l'ultimo incarico di una serie straordinaria e prestigiosa, coronata da riconoscimento ufficiali di altissimo livello:

- Cavaliere del lavoro 1962

- Cavaliere di Gran Croce della Repubblica 1965

- Laurea Honoris Causa in Ingegneria Chimica da parte del Senato Accademico Università di Genova nel 1967

- Presidente dell'Unione  Cristiana Imprenditori e Dirigenti (UCID) da parte di Sua Santità Paolo VI 1972

PER IL SUO PAESE

 Il 3 Agosto del 2000 muore il Cav. Vincenzo Cazzaniga, una delle figure più prestigiose della storia del petrolio Italiano della seconda metà del secolo e dell'economia italiana; senza ombra di dubbio il personaggio soncinese più illustre del '900.

A metà degli anni '80 ebbe un grave incidente stradale e trascorse la sua convalescenza a Soncino. Proprio questo forzato riposo gli fa riscoprire l'amore per il suo paese natale.Così l'Amore per Soncino e per la sua storia si trasformano in un'attenzione costante che si fa impegno generoso di valorizzazione e promozione dedicati alla vicenda degli stampatori ebrei.Nel 1975 ottenne il consenso per riprodurre il torchio della biblioteca Laurenziana di Firenze.

Nel 1988 Cazzaniga donò al museo della Stampa la riproduzione del  torchio mediceo e una copia anastatica della preziosa edizione conservata al  British Museum.

Negli anni seguenti Vincenzo Cazzaniga fu tra i promotori della "Fondazione per lo sviluppo degli studi sugli stampatori Soncino, valorizzata negli anni seguenti da qualificati convegni e pubblicazioni.

Gianni Zavaglio

 

Gianni Zavaglio, detto Michetta (panino), è nato nel 1936 a Soncino. Il nomignolo conquistato da ragazzo si riferisce al periodo in cui la fame annebbiava la vista dei coetanei.

Primi calci nel campetto dell'Oratorio San Paolo a Soncino, debutta nell' A.C. Soncinese dove gioca per quattro anni in Promozione, quindi passa alla Pergolettese di Crema e a 19 anni approda in serie A, all'Atalanta. E' il 1955 e la fisionomia calcistica e caratteriale di Zavaglio è definita: talento naturale, classe cristallina, ottimo scatto e dribbling, grande fiuto del goal ma scarsamente dotato nel fisico e soprattutto insofferente alle regole. 

Cinque anni a Bergamo, poi a Verona, Venezia, Catanzaro dove due gravi infortuni lo demotivano. Un anno nella Cremonese ed infine nella Romanese, dove chiude la sua carriera calcistica. 

<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Prossimo > Fine >>

Risultati 61 - 70 di 142
Associazioni
logo_borghi_italia
citta_murate_castellate3
Immagine Del Giorno
dscf0655.jpg
Iscrizione News

Newsletter